Home » » ‘‘Luna’’, Tranquilli si racconta

 

‘‘Luna’’, Tranquilli si racconta

La giovane regista civitavecchiese parla della sua opera recentemente in scena 

di FEDERICA CONGIU

CIVITAVECCHIA - «Ho iniziato a fare teatro all’età di 5 anni, per gioco, con un po’ di timidezza e  paura per quel posto gigantesco in cui mi perdevo ma che allo stesso tempo mi attirava e mi faceva divertire un sacco». Lo ha dichiarato Chiara Tranquilli, la giovane regista di ‘‘Luna’’, ricordando i suoi inizi. «Con il tempo – ha continuato - crescendo, ho cominciato ad amare quell’enorme scatola nera che mi dava sensazioni diverse e mi faceva provare emozioni che avevo lasciato da qualche parte dentro di me, finché un giorno ho capito che quella era diventata casa mia, non ho deciso, è successo e basta, mi sono innamorata e da quel momento non ho più voluto lasciare il teatro».

Moltissime persone sono rimaste colpite dal talento di questa giovane civitavecchiese, che ha scritto diretto e portato in scena uno spettacolo che ha riscosso grandissimo successo. L’opera vede la protagonista Luna affrontare i suoi complessi, le sue paure e il rapporto con il padre. Viene rappresentato sul palco tutto ciò che accade ad una ragazza di 15 anni, nel momento in cui si trova a dover far fronte al proprio mondo. «Avevo la necessità di raccontare una storia che accomunasse me e tante altre persone, per far capire che bisogna lottare, lottare sempre, anche quando si riesce a sentire solamente il vuoto in cui ci siamo rinchiusi, un po’ per colpa nostra, un po’ per colpa delle persone sbagliate - ha commentato la Tranquilli - volevo trasmettere la confusione che può provare un adolescente, le fragilità, le paure, le insicurezze e i segreti».

Il primo amore, il bullismo, le prime delusioni, sono solo alcune delle tematiche con le quali ogni adolescente ha a che fare, ed è proprio per questo motivo che tutti i giovani dovrebbero partecipare come spettatori alla rappresentazione. «Non bisogna aver paura e soprattutto bisogna chiedere aiuto, fidarsi delle persone reali, quelle che ci sono sempre vicino - ha concluso Tranquilli - proprio per questo ringrazio i miei genitori e i miei fratelli, che mi hanno riportato in vita una seconda volta, più forte di prima, con tanta fatica e sacrificio, ringrazio il teatro che ormai è una seconda famiglia, il direttore artistico Enrico Maria Falconi, il mio cast, Massimiliano Puddu, Marcello Doviziani e Antonio Massimo, infine ringrazio me stessa, sopravvissuta ad una storia vissuta e (mai) raccontata».

(08 Feb 2019 - Ore 14:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Smoking free beach, le telecamere Sky in città

    15 Giu 2019 - L'ordinanza anti fumo del sindaco Grando finisce alla ribalta nazionale. Il primo cittadino ringrazia le associazioni di volontariato Nogra e Fareambiente per le attività di controllo sugli arenili

  • Olte 300 chili di rifiuti raccolti

    12 Giu 2019 - Pulizia della spiaggia di Torre Flavia durante la Giornata Mondiale degli Oceani. Riempiti oltre 30 sacchi di rifiuti tra cotton fioc, cannucce, tappi di bottiglia, mozziconi di sigaretta e polistirolo

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy