LUNEDì 15 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 21:16

Home » » Lascia Claudio De Santis

 

Lascia Claudio De Santis

CALCIO. Dopo 22 anni di onorata attività, lo storico capitano del Santa Marinella appende gli scarpini al chiodo. Il difensore: «Una storia bellissima, fatta di sudore e sacrifici che mi hanno reso un uomo migliore. Questo sport insegna a vivere se fatto con la giusta mentalità»

Un altro “pezzo di storia” del calcio santamarinellese ha deciso di appendere gli scarpini al chiodo. 
Parliamo di Claudio De Santis, uno dei più longevi giocatori del Santa Marinella calcio che, dopo 22 anni di onorata attività, ha scelto di seguire la professione dell’allenatore, lasciando agli altri il compito di correre sul manto erboso. 
Giunto ormai ai 40 anni, l’ex difensore rossoblu, quest’anno in forza all’Allumiere dove ha ottenuto una meritatissima salvezza, abbandona scarpini e parastinchi per iniziare una nuova avventura sportiva e cioè quella dell’allenatore. 
Il suo curriculum è di tutto rispetto, dopo diverse stagioni nel campionato Primavera tra l’altro anche con l’Empoli, è giunto in serie D con Sangiovannese, Fossanese, Ponsacco, Colligiana e quindi tre anni al Rieti. 
Tornato in riva al Tirreno, ha trovato casa con il Santa Marinella, dove è rimasto per ben otto anni tra Eccellenza e Promozione, prima di passare al Santa Severa e successivamente all’Allumiere. «Ho sempre giocato a calcio - racconta il difensore - con passione cercando il meglio, godendo nelle vittorie ma imparando anche dalle sconfitte, non ho rimpianti, ma un velo di malinconia si, per una porta che ho deciso di chiudere in funzione di una nuova avventura da allenatore però, che mi auguro sia prolifica sotto ogni aspetto. Tanti campi calcati in Toscana, a Rieti, con la Cisco Roma, a Santa Marinella e a Santa Severa ed infine a Allumiere. Una storia bellissima fatta di sudore, sacrifici che mi hanno reso un uomo oltre che un difensore». 
Soprattutto un grande leader in campo con il dono dell’umiltà. Per questo è stato amato da tantissimi tifosi delle squadre con cui ha militato. 
«Questo sport insegna a vivere se fatto con la mentalità giusta - conclude Claudio De Santis - io devo tanto al calcio, ora ho una responsabilità più grande in questo ambito, allenare è una sfida densa di fascino, mi auguro di trasmettere ai miei calciatori tutta la positività che il calcio ha portato nella mia vita».

(12 Giu 2018 - Ore 19:58)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy