MERCOLEDì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 02:35

Home » » L'amore al tempo di internet, galeotta fu l'app

 

L'amore al tempo di internet, galeotta fu l'app

Secondo alcuni sessuologi una persona su tre le usa per conoscere il partner

L’amore, e il sesso, ai tempi di internet. Sono più di 500 le app per fare nuove conoscenze comodamente davanti allo schermo del proprio smartphone o del pc, utilizzate dagli italiani alla ricerca di un ‘rimorchio virtuale’. Il 34% afferma di aver usato un’applicazione per conoscere un nuovo partner, ma oltre l’85% non ha pagato per accedervi. E’ la fotografia scattata da un’indagine condotta della Federazione italiana di sessuologia scientifica (Fiss) sul rapporto «sessualità e nuove tecnologie: come cambia la relazione di coppia», in occasione della III Settimana del benessere sessuale in programma dall’1 all’8 ottobre.
Fra le app più citate si trovano Meetic, Tinder e Badoo. Chi le ha scaricate, dice di averlo fatto per conoscere un nuovo partner fuori dalla solita cerchia di frequentazioni (64%), ma anche per evitare l’imbarazzo di una conoscenza diretta (16%) e per la mancanza di tempo per trovare un partner (15%). 
L’indagine ha coinvolto 1.100 persone con domande su abitudini sessuali e opportunità offerte dalla rete, fedeltà al partner e relazioni che possono nascere da un rapporto di amicizia. Ebbene, secondo le risposte, alle app gli italiani preferiscono la vita reale per conoscere nuovi partner. In mezzo ci sono i social network, utilizzati per fare conquiste: il 45% cerca qui l’anima gemella. La maggior parte lo fa senza una chiara aspettativa rispetto alla relazione da instaurare (36%) e solo il 4,6% spera in una relazione stabile. 
Il campione si divide praticamente a metà alla domanda se «ha intrapreso una relazione con una persona conosciuta virtualmente». Il no vince, ma solo di misura (50,4%) rispetto ai sì (49,6%). Chi ha ceduto alla tentazione di cercare una storia virtuale, ammette la curiosità come prima motivazione, seguita dalla voglia di trovare una persona che condivida gli stessi interessi e dal desiderio di evadere dalla vita reale.
Le nuove tecnologie, secondo l’indagine della Fiss, attirano ma con cautela. «Assistiamo di certo a un cambiamento nell’utilizzo di questi nuovi strumenti - commenta Roberta Rossi, presidente della Federazione - che si realizza con gradualità, però è in grado di fornirci una possibilità di previsione per i rapporti futuri. I luoghi di incontro sono sempre più virtuali, la danza del corteggiamento segue nuove regole e poi se ci si piace e si decide di stare insieme magari si fa sexting per mantenere alta la tensione dell’erotismo».

(17 Set 2016 - Ore 19:04)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

  • Nasce a Roma il MELS

    19 Ago 2017 - Lo scorso 8 agosto si è costituito ufficialmente il Movimento Esiliati Lazio Sanità. Primo passo l’assemblea del 1° settembre nella capitale

  • Siccità: 19 milioni per il Lazio

    08 Ago 2017 - Questa la somma per la prima emergenza riconosciuta dal Governo alla Regione a seguito del Decreto, contenente la dichiarazione dello stato di calamità naturale a causa della crisi idrica, firmato dal presidente Nicola Zingaretti il 5 luglio scorso. Il Governatore: "Riconosciute la correttezza e la puntualità del lavoro svolto dai nostri uffici"

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy