VENERDì 23 Agosto 2019 - Aggiornato alle 21:00

Home » » Ladispoli, aria irrespirabile a causa di roghi tossici

 

Ladispoli, aria irrespirabile a causa di roghi tossici

Questa volta la denuncia arriva dalle zone Monteroni, Olmetto e Boietto

LADISPOLI - “Si intervenga, l’aria è davvero irrespirabile”. Ancora roghi tossici a Ladispoli, dal pomeriggio tardo fino a notte. Stavolta l’allarme scatta nelle campagne di Monteroni, Olmetto e Boietto dove lunedì scorso molti cittadini hanno protestato per l’odore acre e malsano che si respirava nell’aria. “Difficile stabilire dove fosse il punto esatto, speriamo carabinieri o polizia riescano ad individuarli perché sono dei criminali”, si lamenta un residente. Effettivamente la sensazione è che venga bruciata plastica e anche gomma, che costerebbe molto di più se smaltita correttamente. Ecco la soluzione: dare tutto alle fiamme quando cala l’oscurità per risparmiare e non pagare nulla, a costo di inquinare l’ambiente e le persone. Non è la prima volta a Ladispoli. (agg. 16/10 ore 10.08) segue

L'ESPOSTO IN PROCURA. Quest’anno proprio per i fumi e le esalazioni che ormai da tempo i residenti del quartiere Miami sono costretti a inalare quasi quotidianamente è stato presentato un esposto alla Procura della Repubblica. L'esposto era stato presentato al comando della Stazione dei Carabinieri di Ladispoli e poi indirizzato alla Procura della Repubblica. 

“Confidiamo nella maggiore capacità ed autorità d’intervento della magistratura viste le oggettive difficoltà riscontrate, malgrado la volontà espressaci, rivolgendoci sia alle autorità comunali che alle forze dell’ordine presenti sul territorio", aveva scritto il presidente del Comitato Tommaso Forese. (agg. 16/10 ore 10.30)

ARIA IRRESPIRABILE. L'aria è diventata irrespirabile ora anche in periferia a causa di odori acri assimilabili a gomma, plastica bruciata e prodotti chimici, altamente pericolosi per la salute dei residenti. 

Il Comune si muove invece per il bosco di Palo impiegando le “sentinelle”, volontari in azione a sorvegliare il parco pubblico dopo i tentativi di dare alle fiamme il simbolo della città ladispolana.(agg. 16/10 ore 11)

(16 Ott 2018 - Ore 10:08)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy