Home » » La Polizia di Stato smaschera una baby gang

 

La Polizia di Stato smaschera una baby gang

LECCE - Dall’inizio dell’anno presso il Commissariato di P.S. Nardò erano giunte segnalazioni inerenti presunti atti di vandalismo compiuti da un gruppo di ragazzi in zona 167 di Nardò. Dopo gli immediati accertamenti giungevano le prime denunce: si apprendeva così che ad essere presa di mira era la sede dell’Associzione Persone Down sita proprio in zona 167 nei pressi dell’area mercatale. Nel corso di varie scorribande serali un gruppo di ragazzi si era reso responsabile di varie “imprese”: in una circostanza avevano ammucchiato della spazzatura per darvi fuoco vicino la porta d’ingresso della sede, un’altra volta avevano preso a calci e divelto il box contenente il contatore del gas, in un’altra circostanza avevano pericolosamente fatto esplodere dei petardi in un bocchettone di areazione della struttura, non mancando periodicamente di lanciare pietre e bottiglie contro le finestre, danneggiando le telecamere dell’impianto di video sorveglianza. I responsabili dell’Associazione si rivolgevano al Commissariato denunciando lo stato di preoccupazione e disagio degli ospiti e delle loro famiglie, vale a dire di un’intera struttura ospitante persone con handicap e come tali abbisognose di una particolare attenzione, provenienti dall’hinterland neretino.  Intuendo la notevole pericolosità della situazione il Commissariato di Nardò attivava un servizio di controllo del territorio specificamente mirato a scongiurare il ripetersi di tali atti: la zona veniva costantemente controllata e identificati vari elementi.

 

CARCASSE DI AUTO E CICLOMOTORI IN DISUSO: ZONA AMPIAMENTE DEGRADATA


In questo modo si aveva la certezza che la baby gang si riuniva in un chiosco di proprietà comunale attualmente vuoto (precedentemente occupato dal bar Infinity) e dopo aver divelto un infisso ne avevano fatto il loro covo. Inoltre, la zona risultava particolarmente degradata per la presenza di varie carcasse di auto e ciclomotori in disuso, bombole di gas, ferraglie e spazzatura varia; si aveva la percezione che senza una radicale bonifica della zona prima o poi i problemi evidenziati si sarebbero ripresentati. Così le carcasse dei veicoli venivano rimosse dagli agenti del Commissariato, mentre per il resto, il Dirigente del Commissariato segnalava il tutto al Sindaco di Nardò che in breve tempo provvedeva a ripristinare la chiusura del chiosco ripulendo l’intera zona da quanto segnalato. In questo modo, la contemporanea adozione delle misure su riportate (controllo dedicato del territorio e misure di bonifica dei luoghi), portava a registrare la cessazione degli atti di vandalismo con la contestuale scomparsa dal luogo dei protagonisti delle scorribande. A tal proposito i responsabili della struttura si dichiaravano soddisfatti della situazione di ripristinata normalità, concretizzando tutto ciò con la donazione di una torta preparata dai frequentatori del centro. (Agg.16/5 ore 19,45)

 

IMPORTANTI I FILMATI CAPTATI DALLE TELECAMERE 

Una volta ripristinata la normalità e sicurezza della zona, si intraprendeva un’attività di polizia giudiziaria volta all’individuazione dei responsabili: con l’apporto di alcuni filmati captati da telecamere della zona, incrociate con le risultanze delle precedenti identificazioni, l’attenzione veniva focalizzata su 3 individui che venivano compiutamente identificati nel corso delle operazioni di filtraggio dei tifosi locali presso lo Stadio Comunale “Giovanni Paolo II” di Nardò, durante una partita disputata nel campionato di Serie D, mentre è in corso l’attività per l’individuazione e identificazione di altri 2 sodali. Così, 2 diciassettenni e 1 sedicenne di Nardò sono stati denunciati dalla Procura presso il Tribunale per i minori di Lecce per i reati di danneggiamento aggravato e continuato in concorso tra loro. (Agg.16/5 ore 19,50)

(16 May 2019 - Ore 19:41)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy