Home » » La Polizia arresta una coppia di coniugi con tre chilogrammi di hashish in auto insieme ai figli piccol

 

La Polizia arresta una coppia di coniugi con tre chilogrammi di hashish in auto insieme ai figli piccol

PALERMO - Nella serata di ieri, la Polizia di Stato, nel corso di servizi di controllo del territorio, ha proceduto, in viale della Regione Siciliana, all’altezza di via Gaetano La Loggia, all’arresto in flagranza di reato, per delitti inerenti gli stupefacenti, dei coniugi D.M.A. e P. M., entrambi del ‘77. L’arresto è maturato nell’ambito di un controllo operato, congiuntamente, dai poliziotti della Squadra Mobile e dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.

 

DROGA TROVATA SOTTO IL SEDILE DEL PASSEGGERO DELLA PANDA FERMATA DALLA MOBILE

All’interno della fiat Panda a bordo della quale viaggiavano i coniugi, insieme ai due figli minori, occultati sotto il sedile del passeggero, sono stati rinvenuti tre panetti, termosaldati del peso di circa 1Kg, cadauno, che dai successivi approfondimenti sono risultati contenere sostanza stupefacente del tipo hashish. D.M.A. è personaggio noto alle Forze dell’Ordine: nel 2012 è stato condannato per i delitti di estorsione aggravata e partecipazione all’associazione per delinquere di stampo mafioso, avendo operato nel quartiere “Marinella” per conto dell’allora reggente, rendendosi protagonista, insieme ad altri soggetti appartenenti alla famiglia mafiosa della “Marinella” di due estorsioni effettuate ai danni di altrettante aziende, attive in differenti settori: una ditta d’importazione e distribuzione di prodotti ed articoli per la casa, al cui titolare era stato chiesto di corrispondere, a titolo di pizzo, la somma mensile di 300,00 Euro e una ditta di commercializzazione all’ingrosso di carni macellate, al cui titolare era stato chiesto di corrispondere “…un regalo per le feste natalizie”. Condannato per tali delitti, al termine del relativo processo denominato “Apocalisse” è stato condannato anche a 10 anni e 6 mesi di reclusione per il delitto di associazione per delinquere di stampo mafioso, essendo risultato soggetto contiguo alla famiglia mafiosa della “Marinella” e dedito alle estorsioni ed al traffico di sostanze stupefacenti, posizione avvalorata dalle dichiarazioni di collaboratori di giustizia.  (Agg. 12/6 ore 21,31)

 

I DUE SONO STATI ASSOCIATI AL CARCERE PAGLIARELLI

Dopo l’arresto, D.M.A. e P.M. sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Palermo “Pagliarelli”.   (Agg. 12/6 ore 21,38)

(12 Giu 2018 - Ore 21:24)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy