LUNEDì 15 Luglio 2019 - Aggiornato alle 19:52

Home » » La Fondazione Ca.Ri.Civ. pronta a gestire il Traiano

 

La Fondazione Ca.Ri.Civ. pronta a gestire il Traiano

Lo ha detto questa mattina il presidente della stessa, Vincenzo Cacciaglia - Video

FONDAZIONE CONSIGLIO AMMINISTRAZIONE CACCIAGLIA (FOTO TINO ROMANO)

CIVITAVECCHIA - Il Comune potrebbe finalmente eliminare dal bilancio la voce relativa alle spese del teatro Traiano (circa 800mila euro). Tutto grazie alla Fondazione Cariciv che a quanto pare avrebbe dato la sua disponibilità a gestire, al posto del Comune, il teatro comunale. Questo quanto avrebbe affermato il presidente della Fondazione, Vincenzo Cacciaglia. “Io e il sindaco Tidei – ha spiegato – abbiamo parlato, durante un incontro, della possibilità che sia la Fondazione ad occuparsi del teatro che comunque resterebbe di proprietà del comune anche se non è escluso che la sua gestione diventi di nostra competenza”. Ma per far sì che ad accollarsi le spese di gestione della struttura sia proprio la Fondazione Cariciv, andranno rispettati alcuni paletti imposti dal consiglio di amministrazione. “Innanzitutto a gestire la struttura sarà il nostro personale che non dovrà subire alcuna pressione politica. Il ricavato della gestione sarà poi reinvestito nel cartellone o comunque in opere per il territorio”. E tra le opere messe in campo per la promozione e la valorizzazione della cultura il presidente della Fondazione Cariciv ha annunciato che a ottobre partiranno i lavori per la ristrutturazione del teatro annesso alla scuola di piazza Verdi. Uno dei 269 progetti finanziati dalla Fondazione tra l’aprile 2012 e l’aprile di quest’anno. Un anno, il 2013, caratterizzato dai “fatti” relativi alla vicenda del Monte dei Paschi di Siena e che ha penalizzato fortemente le Fondazioni erroneamente accomunate alla vicenda. “Siamo una realtà – ha sottolineato Cacciaglia – che in alcun modo si vuole sostituire alle istituzioni o alle associazioni. Vogliamo essere solo un supporto”. E il presidente ha anche rammentato che entro il 18 luglio è possibile partecipare al bando promosso dalla Fondazione, presentando dei progetti con richiesta di finanziamenti. Tra le attività che potrebbero ottenere possibili finanziamenti quelle relative alla cultura, spettacoli, scuole e sanità. Su quest’ultimo punto la Fondazione Cariciv si è detta disponibile a ristrutturare il reparto di medicina dell’ospedale San Paolo a una condizione: che non si ripeta “quanto avvenuto con chirurgia o emodinamica”. Dove i lavori sono stati ultimati ma i reparti sono ancora chiusi a causa della mancanza di personale.

(23 May 2013 - Ore 19:20)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy