MARTEDì 21 May 2019 - Aggiornato alle 21:14

Home » » Giovane elicotterista di Tarquinia salva cinque feriti dopo lo schianto di un velivolo militare

 

Giovane elicotterista di Tarquinia salva cinque feriti dopo lo schianto di un velivolo militare

Ha raccolto i feriti, costruito barelle con rami intrecciati e messo in sicurezza i più gravi. La 23enne Rachele Contestabile  da quattro mesi vive e lavora in Madagascar

TARQUINIA - Ha soccorso l'equipaggio di un velivolo militare che lunedì mattina si è schiantato a terra, in Madagascar. Ma il suo gesto è andato ben oltre il compito istituzionale di una giovane elicotterista pronta a tutto. È sì perché la 23enne di Tarquinia, Rachele Contestabile, ha utilizzato tutto il suo ingegno per riuscire a mettere in salvo i cinque feriti conseguiti allo schianto avvenuto ad Anadabo,un villaggio africano del del Madagascar, come riportato da Giorgio Maggioni sul telematico ''Africa ExPress''. “Tornati sul punto del recupero, avevo un macete nell’elicottero. - racconta Rachele - Ho tagliato dei rami e costruito una barella di fortuna per portare a bordo il ragazzo che non poteva muoversi”. 

Una mattina di lavoro come tante, quella di lunedì 28 gennaio intorno alle 10, in Madagascar dove Rachele vive e lavora da circa quattro mesi, con la chiamata che arriva in centrale per andare a soccorrere le persone coinvolte nell’incidente.“È partita immediatamente dall’aeroporto di Antananarivo, senza avere indicazioni precise del luogo della disgrazia. - si legge su Africa ExPress - Ha sorvolato la zona per oltre un’ora è infine ha identificato il punto esatto dell’impatto al suolo in una zona remota e impervia. E’ atterrata, ha raccolto i feriti, ha costruito barelle con rami intrecciati e ha potuto così mettere in sicurezza i più gravi che sono stati trasportarli in un ospedale della capitale. Il suo intervento li ha strappati così da morte certa.Il coraggioso intervento della ragazza è stato confermato dal console onorario italiano in Madagascar, Michele Franchi”.

“Arrivati sull’area, - ha spiegato Rachele al blog l'Extra - dopo aver cercato e cercato, ho chiesto che venisse acceso un fuoco per facilitare la ricerca. Così, una volta avvistati e atterrati, l’infermiere che era a bordo ha prestato i primi soccorsi al ferito più grave, che ha avuto un trauma alla schiena e non poteva muoversi: purtroppo non avevamo antidolorifici, quindi soffriva molto. Fortunatamente, il resto dell’equipaggio era in condizioni meno gravi. Dato che non c’era abbastanza spazio a bordo per portarli tutti, – continua Rachele – i ragazzi in condizioni meno gravi li abbiamo lasciati in un villaggio vicino: per ringraziare, ci hanno regalato due oche. Tornati sul punto del recupero avevo un macete nell’elicottero. Ho tagliato dei rami e costruito una barella di fortuna per portare a bordo il ragazzo che non poteva muoversi”.

(31 Gen 2019 - Ore 11:33)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Vertenza Enel: sindacati in Regione

    15 May 2019 - CIVITAVECCHIA - Un confronto positivo, quello di questa mattina in Regione Lazio, con gli assess ...

  • Enel: il futuro di Torre Nord è nel gas

    15 May 2019 - Il direttore Italia del gruppo, Carlo Tamburi, oggi in audizione in commissione Attività produttive alla Camera, intervenendo sul phase out dal carbone ha assicurato: "I tempi sono compatibili con un 2025 di riferimento per fare gli impianti a gas. Occorre semplificare gli iter autorizzativi". Intervento anche del candidato sindaco Tedesco. SINDACATI CONVOCATI OGGI IN REGIONE   

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy