DOMENICA 17 Novembre 2019 - Aggiornato alle 23:24

Home » » Flavio Enei in cattedra per parlare di Castrum Novum

 

Flavio Enei in cattedra per parlare di Castrum Novum

Ieri il direttore del museo ha affascinato gli oltre cinquanta allievi con le scoperte sull’importante sito
Intanto proseguono le visite guidate al castello di Santa Severa gestito da LazioCrea

S. MARINELLA – “Grazie al professor Paolo Carafa che mi ha invitato a raccontare ai suoi allievi le scoperte di Castrum Novum”. Ieri all'Università La Sapienza di Roma L’archeologo Flavio Enei ha parlato dei metodi della ricerca, dello studio dei paesaggi antichi, dell'importanza della divulgazione scientifica e della valorizzazione. Gli oltre cinquanta allievi del corso sono stati molto attenti e hanno partecipato con diverse domande e specifiche richieste di approfondimento. È sempre una grande gioia e soddisfazione percepire l'interesse e l'entusiasmo dei giovani quando si toccano i temi della cultura, della storia e dell'archeologia militante. Grazie ancora a Paolo Carafa che ha voluto chiudere il suo corso di quest'anno con la storia e l’archeologia di Castrum Novum, facendo conoscere agli studenti gli scavi e le ricerche in corso nell'antica colonia romana sul litorale di Santa Marinella”. Continuano intanto le visite guidate al castello di Santa Severa gestito da LazioCrea, in collaborazione con il Comune e Coopculture, per scoprire la lunga storia millenaria del complesso monumentale attraverso una serie di speciali visite alla scoperta dell’antico borgo e dei personaggi storici che vi hanno soggiornato. Il museo della Rocca ospita i nuovi allestimenti museali che offrono una possibilità unica nel suo genere, fare un’esperienza di realtà virtuale nel passato, esattamente nel VII° sec. A. C., quando Pyrgi era tra i più importanti scali marittimi di tutta l’Etruria distante solo 13 Km dalla potente Caere, di cui fu il porto principale. I tre piani del museo ospitano una raccolta di reperti e documenti che raccontano le vicende, gli eventi e le storie dell’insediamento e del suo borgo, dal martirio di Santa Severa fino al ‘900, anche attraverso tecnologie innovative e multimediali. Grazie alla tecnologia della realtà virtuale si può far rivivere l’antico porto etrusco e il santuario di Pyrgi

(10 Nov 2019 - Ore 08:22)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy