DOMENICA 18 Novembre 2018 - Aggiornato alle 21:29

Home » » Due arresti in esecuzione di mandati di cattura europei

 

Due arresti in esecuzione di mandati di cattura europei

UDINE - Personale della Polizia di Stato, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Udine e della Direzione Centrale della Polizia Criminale, Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, nella giornata dell’11 settembre u.s., ha tratto in arresto un 38 enne cittadino albanese, condannato per reati predatori, ed un 44 enne cittadino rumeno per rapina aggravata e sequestro di persona. Il primo, rintracciato in Ungheria, deve scontare una pena di 3 anni e quasi 4 mesi di reclusione, emessa a seguito di più condanne, disposte dal Tribunale di Udine, per vari episodi riguardanti la commissione di reati predatori.

 


IL SECONDO UOMO È STATO RINTRACCIATO IN ROMANIA

 

Gli eventi che hanno portato al provvedimento in questione sono occorsi nel periodo compreso fra il 2010 ed il 2014, in diverse località di questa provincia. Uno è riconducibile ad un furto di un ingente quantità di materiale edile avvenuto a Manzano; il condannato si era reso poi responsabile di diversi furti compiuti nell’aprile del 2014 presso esercizi pubblici della zona di Tavagnacco e Udine. Il secondo, rintracciato in Romania, deve scontare una pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione, emessa a seguito della condanna del Tribunale di Udine, per i fatti occorsi a Camino al Tagliamento nell’aprile del 2011. Gli eventi che hanno portato al provvedimento in questione sono riconducili al furto presso un’abitazione, perpetrato unitamente ad una connazionale a cui allora era legato sentimentalmente. Durante l’azione criminale i due usavano violenza nei confronti dei proprietari dell’abitazione interessata ai fatti, da cui trafugavano denaro ed alcuni beni. (Agg.13/9 ore 19,21)


LE LUNGHE INDAGINI CONDOTTE DALLA SQUADRA MOBILE


A seguito dei provvedimenti di condanna, le lunghe ed articolate indagini esperite dalla Squadra Mobile della Questura di Udine, con il concorso della Direzione Centrale della Polizia Criminale, Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, permettevano di rintracciare i condannati in Ungheria e Romania, ove venivano arrestati in esito ai dispositivi della Procura di Udine, che aveva provveduto alle incombenze relative alla predisposizione dei Mandati di Arresto Europeo. Sono in corso le procedure estradizionali a cura del Ministero di Giustizia.  (Agg.13/9 ore 19,26)

(13 Set 2018 - Ore 19:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy