Home » » Controlli Interforze in un Pronto moda cinese di via Toscana

 

Controlli Interforze in un Pronto moda cinese di via Toscana

PRATO - Nella mattinata di giovedì scorso, con inizio alle ore 10.00, personale appartenente alla Squadra di Polizia Amministrativa della Divisione PASI della Questura di Prato, alla Guardia di Finanza, alla locale Polizia Municipale, al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, all’Ispettorato Territoriale del Lavoro, all’INAIL, all’A.S.L. e all’ALIA Servizi Ambientali, ha effettuato il controllo di una ditta di confezioni, un pronto moda, sito a Prato, in via Toscana, nella zona industriale pratese del Macrolotto Uno, di cui era titolare un quarantasettenne cinese. 

 

IDENTIFICATI QUATTRO OPERAI ORIENTALI

 

Nella circostanza sono stati identificati quattro operai di nazionalità cinese intenti in attività lavorativa, tutti regolarmente soggiornanti, appurandosi tuttavia che uno di essi fosse privo di regolare contratto di lavoro. Veniva generalizzato in loco anche un altro orientale, un trentacinquenne cinese non intento in alcuna attività, il quale risultava essere clandestino, pertanto condotto in Questura, denunciato in stato di libertà per il reato di ingresso e soggiorno illegale nello Stato Italiano, quindi munito di ordine di espulsione dal T.N., emesso nell’immediatezza dal Questore di Prato. (Agg.1/6 ore 21,09)

 


SEQUESTRO AMMINISTRATIVO DI TRE MACCHINARI PROFESSIONALI

 

La verifica del pronto moda portava al sequestro amministrativo di n. 3 macchinari professionali, per commistione dell’ambiente produttivo con un locale adibito di fatto a cucina. La riscontrata presenza di un lavoratore in nero ha determinato, inoltre, la sospensione coattiva della ditta, con contestazione di sanzione amministrativa pari a 2.000 euro, rilevandosi altresì l’elusione della corresponsione della Tari. Emergeva inoltre la mancata adozione di previste misure di sicurezza in materia di prevenzione incendi, legate alla rilevata non fruibilità delle uscite di sicurezza, alla omessa presentazione della SCIA, al riscontrato inidoneo deposito di oltre 50 quintali di merce e materiali infiammabili nonché  alla omessa formazione antincendio ed alla mancanza di impianti di sicurezza. Ulteriori specifici controlli, anche di natura fiscale,  sono stati peraltro compiuti da tutti i qualificati enti partecipanti al servizio, ciascuno per gli aspetti di propria specifica competenza, che potranno produrre ulteriori risultati sanzionatori solo in un momento successivo. (Agg.1/6 ore 21,13)

(01 Giu 2019 - Ore 21:06)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy