Home » » Cittadino pakistano aggredito: individuati e denunciati i colpevoli dalla Polizia di Stato

 

Cittadino pakistano aggredito: individuati e denunciati i colpevoli dalla Polizia di Stato

VITERBO - Gli uomini della Polizia di Stato della  Squadra Mobile e della Squadra Volante  della Questura di Viterbo hanno denunciato un  minorenne egiziano e due pakistani, uno ventinovenne e l’altro ventiduenne,  tutti richiedenti asilo  e soggiornanti a Viterbo e provincia,  resisi responsabili di lesioni aggravate in danno di un cittadino pakistano  di ventinove anni,   anch’egli richiedente asilo e soggiornante nel capoluogo.

La vicenda trae origine da una  richiesta d’intervento inoltrata al “113” da un cittadino testimone dell’accaduto,  in merito ad una aggressione in atto presso il parco pubblico “Prato Giardino”.  La Squadra Volante e la Squadra Mobile, immediatamente sul posto,  trovavano la  vittima, un ventinovenne pakistano  che spiegava che nel tardo pomeriggio del giorno precedente, sempre presso il parco,  aveva subito la rapina del proprio cellulare e di una somma di denaro da parte di quattro cittadini stranieri,  che lo avevano ripetutamente percosso con calci e pugni alla testa,  costringendolo a ricorrere alle cure mediche  presso il Pronto Soccorso di Viterbo.

Lo stesso  raccontava che poco prima, avendo riconosciuto uno degli autori della rapina del giorno precedente in compagnia di tre giovani stranieri, si era avvicinato allo stesso e ne era nato un battibecco. Quest’ultimo per tutta risposta lo aveva afferrato e minacciato. Spuntato un grosso coltello da cucina, uno del quartetto sferrava un fendente che raggiungeva il giovane pakistano al braccio sx.  Accompagnato presso il pronto soccorso dell’Ospedale Belcolle veniva riscontrata una lesione da arma da taglio con prognosi di  10 giorni s.c..

La Squadra Mobile e la Squadra Volante,  in tempi rapidissimi, avviavano specifici accertamenti investigativi che consentivano rapidamente di identificare tutti i soggetti coinvolti,  poi denunciati per i reati di lesioni aggravate e porto ingiustificato di coltello.  Rimane alta l’attenzione degli uomini della Questura su “Prato Giardino”.

 

(13 Feb 2018 - Ore 17:35)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Civitavecchia, L'occhio

Mura amiche (foto Elisa La Malfa)

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy