Home » » Botta e risposta tra CasaPound e Montino

 

Botta e risposta tra CasaPound e Montino

Fiumicino. Immigrazione e sicurezza

FIUMICINO - «Montino tutela i clandestini ma abbandona i cittadini!». E’ quello che si legge su uno striscione, firmato da CasaPound Italia, apparso nella notte sul Ponte 2 Giugno, a Fiumicino. «Nei giorni scorsi – fa sapere CasaPound – il sindaco si è accodato ai dissidenti sulla questione sicurezza dimostrando di non avere a cuore i suoi cittadini ma gli immigrati». «Da tempo ci battiamo per la chiusura del centro di accoglienza di via Bombonati dove gli ospiti gestiti da una cooperativa sempre difesa dal sindaco continuano a creare disagi e problemi a tutto il quartiere», proseguono i militanti. «Invitiamo il sindaco a pensare ai problemi degli italiani o in alternativa a dimettersi il prima possibile – conclude Cpi – dalla sua carica facendo tornare i cittadini di Fiumicino alle urne». «Pensano di poter diventare interlocutori politici, ma sono solo capaci di imbrattare la città. E’ l’ennesimo attacco strumentale che arriva a me e alla mia amministrazione da formazioni neofasciste». Con queste parole, il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, replica allo striscione di CasaPound apparso nella notte sul Ponte Due Giugno. Dalla sua pagina Facebook, il primo cittadino afferma di non cedere «al populismo e agli slogan che puntano a creare divisioni e odio tra i cittadini. Nessuno deve restare indietro, nella nostra città, qualunque sia il colore della sua pelle, il suo orientamento sessuale, il suo credo religioso». E conclude: «L’unica cosa che questi soggetti hanno ottenuto, con quest’ultima bravata, è un’ammenda per avere agito contro il decoro urbano». Immediata la risposta di Luca Marsella, consigliere di CasaPound ad Ostia: «Il sindaco di Fiumicino non ha preso bene lo striscione di CasaPound perché evidentemente abbiamo colto nel segno. A Montino suggeriamo di preoccuparsi dell’indagine per abuso d’ufficio per la gestione dei chioschi sulle spiagge che lo vede coinvolto e se gli rimane tempo di occuparsi dei suoi cittadini prima che degli immigrati» «E ci risparmi lezioni sulla democrazia perché durante l’unico confronto col sottoscritto mi ha fatto portare via dai vigili urbani perché non sapeva cosa rispondermi», conclude Marsella.

(11 Gen 2019 - Ore 09:09)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy