Home » Bocciato il progetto del porto di Fiumicino

 

Bocciato il progetto del porto di Fiumicino

Il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha rimandato indietro con importanti rilievi gli elaborati relativi al nuovo scalo commerciale che era stato individuato dall’Adsp come prioritaria opera strategica da finanziare. Viene meno il presupposto per l’aumento della soprattassa disposto da Francesco Maria Di Majo un mese fa: nuovi problemi in vista per l’ente 

CIVITAVECCHIA - L’assemblea del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha bocciato il progetto del porto commerciale di Fiumicino presentato dall’Autorità di Sistema Portuale.
Una bocciatura pesante per Molo Vespucci, non solo per come è arrivata e per lo smacco derivante all’ente presieduto da Francesco Maria Di Majo, ma anche e soprattutto per i risvolti che questo voto contrario potrà avere per l’ente portuale.
Come è spiegato nelle premesse del decreto numero 318 firmato da Di Majo lo scorso 6 dicembre, a presupposto dell’aumento della soprattassa portuale erano prese due opere strategiche da finanziare con il predetto aumento, ossia il secondo stralcio del primo lotto funzionale  dele opere strategiche del porto di Civitavecchia e il primo lotto del nuovo porto commerciale di Fiumicino, da finanziare con 30 milioni di euro.
Peraltro, proprio il progetto per lo scalo di fronte all’aeroporto internazionale era stato utilizzato anche per richiedere il finanziamento della Banca Europea degli Investimenti, il cui iter si era sbloccato poco tempo
Ora, di fronte allo stop decretato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici viene meno il presupposto sia per parte dell’aumento della soprattassa, le cui entrate finanziano in modo importante il bilancio dell’Authority, sia per la richiesta stessa del finanziamento alla Bei.
Già la commissione relatrice del progetto aveva espresso un parere non positivo e l’assemblea generale del Consiglio Superiore ha poi rinviato a Molo Vespucci l’elaborato, con numerosi e rilevanti rilievi circa soprattutto la viabilità e le opere a mare.
Ora bisognerà vedere se e in quanto tempo Molo Vespucci riuscirà a ripresentare gli elaborati, tenendo conto delle prescrizioni e dell’esito dell’esame dell’organismo di Porta Pia, che di fatto presuppone numerose e importanti modifiche progettuali. Certo è che anche il mantenimento delle aliquote maggiorate della soprattassa, a fronte del venir meno - almeno per tutto il 2019 - di una delle motivazioni principali, dovrà essere oggetto di attenta valutazione da parte del vertice dell’Adsp, così come del suo possibile impatto negativo sull’equilibrio del bilancio, dopo quanto accaduto con la vicenda Total-Erg che nacque da una contestazione molto simile: in quel caso venne riconosciuta la carenza nella motivazione dell’aumento. Stavolta potrebbe venire meno il presupposto stesso del rincaro.

(27 Gen 2019 - Ore 11:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy