Home » » Attacco sulle politiche ambientali

 

Attacco sulle politiche ambientali

Il gruppo pone riserve sull’inserimento nel Prg delle due aree ricettive. Il gruppo Governo Civico mette al muro il sindaco Alessandro Grando  sul consumo del territorio di Ladispoli definita ‘‘a corrente alternata’’

LADISPOLI - Il gruppo Governo Civico ha attaccato il sindaco Alessandro Grando sulla gestione del territorio e delle politiche ambientali.

"Il 23 novembre - ha dichiarato il gruppo -  abbiamo scoperto che l’amministrazione Grando ha due modi diversi di fare ambientalismo e proteggere il nostro territorio, in base alla zona, ed al destinatario della cubatura. Perché lo abbiamo scoperto il 23 novembre? Perché in questa data, è stata portata una delibera in Consiglio Comunale, per contro dedurre le osservazioni inerenti l’inserimento nel Piano Regolatore Generale di “due aree” destinate a : strutture ricettive all’aria aperta in zona Torre Flavia, scoprendo, che in quella stessa seduta di consiglio, non solo, l’amministrazione respingeva le osservazioni fatte contro la variante, ma abbiamo appreso che la variante stessa, in quell’area, prevede una cubatura di enorme impatto, e che, se il parere dei vari organismi che si dovranno esprimere non fermerà questo scempio, li saranno realizzati molti metri cubi, ben “0,64 metro cubo per metro quadro” !".

"Per far comprendere a chi non vuole adoperarsi in virtuosismi matematici, si tratta di 2000mq ogni ettaro - spiega Governo Civico - considerando che ciascuna area è di circa 3 ettari e mezzo, sarebbero realizzati 7000mq per ogni campeggio. Sempre per far comprendere a chi legge e non ha nozioni urbanistiche, ad esempio: l’indice di cubatura del quartiere Cerreto è di 0,55 metro cubo metro quadro, oppure quello dell’Olmetto Monteroni dello 0,22, dunque, perché inserire in quell’area tutta questa cubatura? Di chi è l’area? Dunque, ben 7000 mq di edificabilità in una operazione denominata: “strutture ricettive all’aria aperta” forse il Sindaco Grando quella la definisce “cubatura ecologica”.

Considerato che, oltretutto insiste su un’area di pregio archeologico, paesaggistico e di interesse comunitario è lecito chiedersi, in che modo i proprietari delle aree, che beneficeranno di questa variante contribuiranno alla collettività? un terreno? una scuola? dei locali? Niente? Si Niente. Il tema centrale di questa vicenda, è legato al fatto che le Aree in questione, sono sottoposte a sequestro con l’ipotesi del reato di lottizzazione abusiva e se lo stesso fosse riconosciuto in fase processuale, l’area diventerebbe di proprietà del Comune – ipotesi, questa, che l’amministrazione dovrebbe già considerare in modo cautelativo con una trascrizione alla conservatoria, in attesa degli esiti Giudiziari.

Rammentiamo che il sindaco Grando, in campagna elettorale dichiarava: ”ho in mente una città completamente diversa da quella che da anni Lei e la sua maggioranza state violentando. Una città in cui le regole non valgono per tutti e dove si sdoganano l’illegittimità e l’abusivismo, una città dove si ruba ai poveri per dare ai ricchi”.

(06 Dic 2017 - Ore 20:15)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005

Quotidiano telematico fondato nel 1999 - Editore SEAPRESS srl, c.f. 06832231002
Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471
Direttore responsabile Massimiliano Grasso - © Copyright 1999-2017 SEAPRESS - Privacy Policy