Home » » Alla Corrado Melone si riparte con i corsi obbligatori di lingua romena

 

Alla Corrado Melone si riparte con i corsi obbligatori di lingua romena

E intanto il preside Agresti vola a Bucarest per essere ricevuto dal presidente della Repubblica Iohannis

LADISPOLI - Tornerà a sentirsi il suono della campanella tra qualche ora nelle scuole di Ladispoli. E, come avvenuto gli altri anni, per l’istituto Corrado Melone è tempo di multiculturalità con i corsi obbligatori di lingua e cultura romena. Un progetto avviato da tempo ormai consolidato nel plesso di piazza Falcone. Quest’anno a maggior ragione visto che pochi giorni fa il preside, Riccardo Agresti, accompagnato da una delegazione di docenti e alunni dell’istituto della Melone, ha ricevuto una onorificenza dal presidente della Repubblica della Romania Klaus Werner Iohannis proprio per il suo impegno nel diffondere la cultura e la civiltà romena anche ai bambini italiani. Iohannis lo ha ricevuto a Palazzo Cotroceni a Bucarest. “Siamo gli unici in Italia ad aver introdotto questa iniziativa”, rivendica Agresti che poi dribbla subito le polemiche: “Sapevamo sin da subito che avremmo attirato delle attenzioni particolari, solo che il nostro obiettivo è e sarà sempre quello di favorire il percorso di integrazione tra i bambini e tra culture diverse per altro in una città, Ladispoli, dove i cittadini romeni sono migliaia e migliaia e molto tempo si sono insediati. Per noi non ci sono differenze tra italiani, romeni, cinesi o arabi”. (agg.09/09 ore 9.14) segue

I CORSI DI ROMENO. Insomma, i corsi di romeni proseguiranno. Ma come funzionano? Per un’ora alla settimana, nell’orario curriculare, i bimbi della materna e delle elementari avranno in classe una mediatrice culturale che insegnerà, quindi anche gli alunni italiani, le origini e la lingua del popolo romeno. Più di 200 bambini, fra i 3 e i 10 anni, saranno coinvolti da un progetto per la Melone ormai neanche più innovativo. Le novità non finisco qui per la Corrado Melone. (agg. 09/09 ore 9.45)

I GEMELLAGGI. Da quest’anno decolleranno anche i progetti di gemellaggio dove verranno ospitati a Ladispoli gli studenti romeni, e viceversa i ladispolani andranno poi in Romania. “A dire il vero un breve scambio culturale è già avvenuto a luglio con il Colegiul Naţional di Fagaras. Docenti, studenti e genitori di Ladispoli sono stati accolti in quella città che ha mostrato un’ospitalità invidiabile, in un incontro che ha permesso di studiare insieme i due sistemi scolastici. Ecco un confronto dal punto di vista italiano, cui seguirà quello degli ospiti romeni in Italia questo mese”, conclude Agresti.(agg. 09/09 ore 10.10)

(09 Set 2018 - Ore 09:14)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

  • Blitz di Goletta Verde al largo di Tvn

    10 Ago 2019 - Esposto uno striscione con scritto "Nemico del clima". Legambiente: "Nel Lazio sono pari a 11,5 milioni di tonnellate le emissioni della produzione energetica da fonti fossili, il 78,5% provenienti dalla ciminiera di Civitavecchia" 

  • Servizio irriguo, garantito fino al termine della stagione

    07 Ago 2019 - Il sindaco annuncia che ha ufficialmente richiesto alla Multiservizi la proroga al 30 settembre. Pascucci: «In autunno sarà necessario trovare delle soluzioni alternative»  

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy