MERCOLEDì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 22:29

Home » » Adsp-Comune, l’accordo è valido

 

Adsp-Comune, l’accordo è valido

Nei giorni scorsi la sentenza del Tar Lazio che fa chiarezza sullo scontro tra i due enti giudicando valido l’operato di Monti e respingendo le motivazioni dell’Adsp: per i prossimi anni i progetti però andranno concordati tra le due parti. L’Authority dovrà versare 2 milioni a fronte dei 4 richiesti da Palazzo del Pincio - LA SENTENZA

CIVITAVECCHIA - Il Tar del Lazio giudica valido l’accordo tra Comune e Authority. Colpo di scena nei giorni scorsi con la pubblicazione della sentenza del Tar che, sì accoglie il ricorso dell’Adsp contro l’ingiunzione di pagamento di 4 milioni mossa da Palazzo del Pincio, ma giudica l’accordo valido. L’Authority dovrà versare  milioni di euro al Comune per il 2015.

Più complicata la faccenda per il 2016 perché, come si legge nella sentenza: «L’impegno astratto a corrispondere il contributo annuale di 2 milioni, contenuto nell’accordo in programma, diviene obbligatorio solo in seguito alla formazione del consenso delle parti sui programmi concreti di intervento, da concordare per l’esecuzione dell’accordo di programma stesso».

LA SENTENZA: PROGETTI DA CONCORDARE - In sostanza i progetti per i prossimi 10 anni dovranno essere concordati prima di versare i 2 milioni concordati all’anno. Per il 2016 il Pincio aveva inviato i piani ma il presidente Francesco Maria di Majo si era opposto in quanto giudicava l’accordo non valido. Una delle motivazioni mosse era il fatto che fosse scaduto il mandato «del rappresentante legale dell’Autorità portuale (Pasqualino Monti, ndr) il 7 giugno 2015». Nel testo della sentenza si legge che va considerato che «tra il 7 giugno e il 22 luglio 2015 il presidente dell’Autorità portuale si trovava in regime di ‘‘prorogatio’’». (Agg. 20/2 ore 17.50)

COZZOLINO: "SUBITO UN TAVOLO PER CONCORDARE GLI INTERVENTI DA ATTUARE" - Riconosciuta la bontà dell’operato di Monti, quindi, e il fatto che in quel momento avesse i poteri. Sulla vicenda è intervenuto il sindaco Antonio Cozzolino. «Inviterò al più presto formalmente il presidente di Majo ad un tavolo di lavoro - ha detto il primo cittadino - per concordare gli interventi da attuare e partire al più presto con i lavori necessari per migliorare l’integrazione e l’accoglienza turistica di porto e città. Più duro il capogruppo del M5S Francesco Fortunato che parla di un atteggiamento che «ha portato ad effetti negativi per il tessuto economico e sociale del territorio» e che conclude chiedendo  torni a lavorare insieme per il bene della città. (Agg. 20/2 ore 18.22)

LA SENTENZA - (Agg. 20/2 ore 20.42)

(20 Feb 2018 - Ore 16:30)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

PRIMA PAGINA WEBTV

Inviaci le tue foto
banner CivonSale
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO

archivio articolo 1999 - 2005



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Luca Grossi
Riproduzione riservata.
E' vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy