LUNEDì 06 Aprile 2020 - Aggiornato alle 00:37

Home » » Addio a Pasqualino Morbidelli

 

Addio a Pasqualino Morbidelli

PUGILATO L’ex campione italiano dei pesi piuma è scomparso all’età di 72 anni. Nato ad Allumiere, risiedeva a Santa Marinella, pugilisticamente fu figlio della scuola civitavecchiese

Un altro lutto ha colpito la boxe italiana. Ci ha lasciato Pasqualino Morbidelli all’età di 72 anni. 
“Lino” per un buon periodo è stato la colonna portante della boxe e della tradizione civitavecchiese, anche se era nato ad Allumiere.
Persona attiva era molto presente alle riunioni organizzate a Civitavecchia e a Santa Marinella, divenuta la sua residenza, soprattutto quando organizzava il suo amico Maurizio Sebastiani, che aveva conosciuto da dilettante. 
Rappresentava il seguito di quello che assomiglia ad un romanzo iniziato con Carlo Saraudi e i suoi figli Giulio e Vittorio, in buona compagnia con Vittorio Tamagnini, Franco Scisciani, Salvatore Manca e Nicola Funari. 
Lui divenne il passaggio da quella che era considerata la vecchia guardia a quella nuova che avrebbe furoreggiato con Silvio e Gianluca Branco, per arrivare ai giorni nostri con Emiliano Marsili. 
Lui in pratica colmò un vuoto che divenne più accettabile, anche perché parliamo di un ottimo dilettante vincitore agli Assoluti del 1969 e 1972 a Roma nella categoria dei piuma. 
Conquisterà anche il Bronzo ai Giochi del Mediterraneo e farà parte degli Azzurri che andranno alle Olimpiadi di Monaco nel 1972. 
Anche lui si era formato sotto la preziosa guida di Peppe Peris e lo rivelava attraverso una buona tecnica e solidità, per dirla in gettoni un pugile completo. 
Nel 1973 fece il gran salto nel professionismo e si mise subito in luce arrivando ad una sfida valevole per il titolo italiano. 
L’incontro si svolse a Sassari e il campione era Michele Siracusa con il quale aveva impattato in precedenza a Roma. 
Siracusa era nato a Tunisi da padre italiano, ed era dotato di discreta potenza, un brutto cliente quindi. 
Pasqualino nell’occasione compì un piccolo capolavoro, considerando che i favori del pronostico erano indirizzati all’avversario. 
Fece un match tutto d’attacco, costringendo il campione ad un’affannosa difesa. 
La soddisfazione di essere campione durò appena due mesi, a dargli un dispiacere fu il marchigiano Sergio Emili, che anche da dilettante lo superò nella finale degli Assoluti nel 1971. 
Pasqualino accettò quindi di andare in trasferta in Brasile per affrontare uno dei più grandi campioni come poteva essere il fenomenale Eder Jofre, che all’epoca aveva 39 anni, ma aveva mantenuta intatta la sua micidiale potenza e il nostro durò appena quattro riprese. 
Rigiocò la carta del titolo con Emili, dal quale fu nuovamente sconfitto. 
Si ritirò nel 1978 con un record di 16 vittorie, 7 sconfitte e 1 pari.
Sentite le parole del maestro Maurizio Sebastiani: «Pasqualino è stato come un fratello, siamo cresciuti insieme, ci siamo allenati a Civitavecchia prima da Saraudi e poi da Peppe Peris. Non ci siamo separati neanche per il servizio di leva, fatto ad Orvieto. E’ stato un talento e lo ha dimostrato sul ring. Aveva suo nipote che si allenava qui alla Santa Marinella Ring e lui lo veniva a trovare, averlo tra noi per me era una grande felicità. Ogni volta che organizzavo qualcosa sia in città che in palestra lui era sempre presente». 
Pronto il saluto dell'Asd Santa Marinella Calcio 1947: «La società esprime le più sentite condoglianze alla famiglia Morbidelli, per la scomparsa del caro Pasqualino, nostro concittadino ed eccellenza sportiva locale».
Anche il sindaco Pietro Tidei ricorda il pugile della Perla: «Ho saputo che è venuto a mancare il mio vecchio amico Morbidelli - dice il sindaco - allumierasco come me e amico di tanti giochi di bambino al Palazzo Camerale. Un campione del pugilato italiano, ma soprattutto una brava persona e un grande lavoratore. Mi dispiace non aver avuto nell’ultimo periodo le occasioni giuste per frequentarlo, ma il ricordo di lui affonda le radici in tante scorribande giovanili delle quali sicuramente non ci si può dimenticare. Giungano le mie più sentite condoglianze ai familiari e parenti tutti compresi gli amici che lo hanno stimato e voluto bene».

(25 Mar 2020 - Ore 16:10)

Commenti

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.

Commenti

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Ulteriori informazioni sulle opzioni di formattazione

CAPTCHA
Questa domanda serve a verificare che il form non venga inviato da procedure automatizzate
Image CAPTCHA
Inserisci i caratteri che visualizzi nell'immagine.
Archivio PDF

LA PROVINCIATV

Inviaci le tue foto
Meteo Lazio

NOTIZIE DALLE AZIENDE

ENERGIA E AMBIENTE

ROMA E REGIONE

ITALIA E MONDO



Quotidiano telematico fondato nel 1999 da Massimiliano Grasso - © Copyright Retimedia, c.f. 10381581007 - Reg. Trib. di Civitavecchia n° 2/2000 del 30/8/00 - ISSN 2037-9471 - Direttore responsabile Elisabetta Nibbio
Riproduzione riservata.
È vietato ogni utilizzo di testi, foto e video senza il consenso scritto dell'editore - Privacy Policy