Data: 14/03/2003 13:45

L'inciviltà colpisce l'Uliveto

Occhio sulla Città. Parco deturpato dai frequentatori, nonostante i cestini sporcizia lasciata ovunque, così come escrementi di cani, fuori dai confini del park dog

Notizia:
Fra pochi giorni entrerà la primavera e con essa la voglia di tornare a vivere gli spazi aperti, come i parchi pubblici. Intento lodevole, se non fosse per lo stato in cui versa l’area verde più gettonata della città, ovvero il parco dell’Uliveto, che non offre granchè di bellezza. Anzi, semmai è il classico esempio da non imitare. Le abitudini, si sa, sono difficili da cambiare, però questo non toglie che il rispetto proprio e quello altrui vanno tutelati. L’Occhio sulla Città intende denunciare i pessimi comportamenti dei cittadini che deturpano una zona non estesa e pertanto preziosa. Inutile la presenza dei secchi, poiché le cartacce vengono lasciate ovunque tranne che dove dovrebbero stare. Ma fosse solo per quelle! I problemi veri sono due: i possessori di cani e altro genere di sporcizia. I primi portano gli animali e gli escrementi si trovano dappertutto, tranne che dove dovrebbero essere. In sostanza, alla faccia del park dog, l’area riservata ai cani per fare i loro bisogni. Qualcuno toglie la sporicizia ma non la getta nel cassonetto: il genio di turno la chiude nella busta e la abbandona dentro i tronchi degli alberi. D’altronde, compiere 10 metri in più appare faticoso e sconveniente. E così, chi va a fare una passeggiata o una corsa deve indossare mimetica e anfibi, visto il percorso di guerra che lo attende. Peggio ancora, la zona in cui si trova il campo di bocce. Alcuni amanti della disciplina ci hanno fatto sapere che lì sono stati trovati dei preservativi e alcune siringhe usate. A questo punto, è evidente che i controlli all’Uliveto non sono sufficienti e per risolvere il guaio è necessario predere il toro per le corna. Per tutelare la salute dei frequentatori e di chi, e per fortuna ci sono molti civitavecchiesi così, il parco lo rispetta.

 

TORNA ALLA RICERCA ARCHIVIO