Data: 13/03/2003 17:13

Al Castelletto il progetto per lo Sviluppo

Santa Marinella. L'amministrazione Bordicchia ha attivato un'iniziativa per l'orientamento e la formazione occupazionale

Notizia:
SANTA MARINELLA – Sta entrando nel vivo all’ufficio di via Aurelia 298 il progetto P.O.L.O, Promozione Orientamento Lavoro Occupazione, portato avanti dall’assessore allo Sviluppo Occupazionale, Giovanni Fava. Il progetto è nato un anno fa, nel marzo 2002, per iniziativa dell’amministrazione Bordicchia, col supporto dell’Enaip (Ente Acli Istruzione Professionale) che fa da intermediario distribuendo i finanziamenti erogati dal fondo sociale europeo alla regione. “Questa idea è un esempio di collaborazione efficace fra regione, comune ed enti come l’Enaip e rappresenta una delle forme in cui è possibile preparare il terreno all’incremento qualificato del lavoro” dice il promotore del servizio, l’assessore Giovanni Fava. L’iniziativa dell’amministrazione di Centrodestra si basa sul principio dell’aderenza degli interventi al territorio in cui ci si trova ad operare: vengono stimolate le imprese dei settori che hanno più prospettive nella zona. Le persone intenzionate a percorrere un itinerario di orientamento e formazione professionale troveranno al castelletto del museo virtuale alcuni esperti “orientatori”: la sociologa Sabrina Livan, la professoressa di lettere Elvira Frevola, l’architetto Florence Granozio. Nel primo anno di lavoro al progetto hanno lavorato anche l’esperta di gestione di eventi culturali Daniela Bianchi e le psicologhe Cristiana Sclano e Antonella Colnago. Elvira Frevola, che lavora nel progetto, ci illustra l’articolazione dell’iniziativa: “procediamo in cinque fasi, la prima, che si è conclusa, è stata l’Analisi del contesto territoriale, guardando alle aziende presenti, alle quali sono stati distribuiti dei questionari”. Dal giro d’orizzonte effettuato è emersa l’opportunità di indirizzare la formazione nei settori dei grandi eventi, delle coltivazioni biologiche e della informatizzazione. Il 27 gennaio dell’anno in corso si è aperta la seconda fase, l’attivazione dello Sportello d’Orientamento, dove i partecipanti al progetto verificano col supporto degli esperti le proprie attitudini, senza attenzione esclusiva ai titoli posseduti perché l’iniziativa mira ad affinare soprattutto le capacità imprenditoriali. La seconda fase dovrebbe concludersi entro luglio e durare così sei mesi, ma molto dipenderà dalla disponibilità e dal numero dei candidati. Sempre nell’ambito dello Sportello Orientamento i candidati avranno consulenza psicologica e sociologica per indirizzarsi all’occupazione più idonea, allo stesso scopo mireranno i seminari di approfondimento sulla ricerca del lavoro. Per ognuno dei tre corsi previsti saranno selezionati dieci candidati: gli ambiti attivati saranno Gestione dei grandi eventi, agricoltura biologica e gestione della informatizzazione dei servizi. La terza fase, di cui si prevede l’inizio nel 2003, sarà quella della Formazione, l’Enaip darà il via in collaborazione con le aziende locali e anche con il supporto di formatori esterni. La quarta fase, la diffusione delle finalità dell’iniziativa nella cittadina, in realtà è già cominciata, la quinta è l’accompagnamento delle nascenti imprese nel complesso delle opportunità territoriali, con la consulenza del Bic Lazio. L’intervento dell’amministrazione comunale nel campo della nuova imprenditoria mira a porre le basi per occupazione qualificata nel settore particolarmente dinamico delle piccole attività, un tipo di aziende che gode di larghe potenzialità nel nostro comprensorio. Per mettersi in contatto con gli operatori del P.O.L.O si può chiamare il numero di telefono e fax 0766/510451 oppure scrivere all’indirizzo e-mail progettopolo@tiscali.it .

 

TORNA ALLA RICERCA ARCHIVIO