Data: 06/03/2003 09:36

Di Gennaro: "Tir, Pincio insensibile"

Il presidente della Spedimar sul blocco dei mezzi pesanti su via Amba Aradam: "Errori di progettazione sugli svincoli della Mediana. Li ho segnalati da 4 mesi, non si è mosso nulla e ora..."

Notizia:
"Una strada come la Mediana progettata male, un Sindaco insensibile ai problemi di chi lavora... Questa storia del divieto di passaggio dei tir su via Amba Aradam mette in luce alcuni aspetti veramente scandalosi". A tuonare contro l'amministrazione comunale è Massimo Di Gennaro, presidente della Spedimar, una delle più radicate agenzie di spedizioni marittime della città. I camion dell'impresa portuale devono ogni giorno raggiungere i magazzini situati su via Braccianese Claudia, nei pressi della caserma Leonessa. L'apertura del tratto di Mediana che collega l'area industriale alla provinciale sembrava avesse risolto i problemi del transito su via Amba Aradam, obbligato per i camion alti più di 3 metri e 30 che non passano sotto il ponte della ferrovia di porta Tarquinia. "Invece a ottobre, prima dell'apertura del tratto di tangenziale - spiega Di Gennaro - abbiamo scoperto l'assurdo: gli spartitraffico sugli svincoli per la Braccianese impediscono il passaggio dei camion che restano incastrati. Ho segnalato il problema in largo anticipo al Sindaco, al comando della Polizia Municipale e all'Ufficio Tecnico, ci sono stati dei sopralluoghi, ma il problema non è mai stato risolto e ora bloccano anche via Amba Aradam. E' inaccettabile che in quattro mesi non sia stato fatto nulla, così come non ci sono stati rilasciati i permessi da residenti previsti dall'ordinanza anti-tir". Di Gennaro poi va oltre, segnalando anche un'altra serie di problemi: "Dall'imbocco della Mediana in zona industriale che costringe chi proviene da Fiumaretta ad arrivare fino alla Conad, invertire la marcia e tornare indietro per immettersi sulla tangenziale che - è bene ricordarlo - dovrebbe servire sopratutto per il traffico pesante, fino ai cartelli stadali sul ponte di via Isonzo che invitano i camion fino a 4 metri di altezza a passare sotto il ponte della Braccianese, che però è alto solo 3 metri e trenta.... Si tratta di una serie di situazioni che mettono in luce l'approssimazione e la superficialità dell'ammninistrazione anche di fronte a quattro mesi di solleciti".

 

TORNA ALLA RICERCA ARCHIVIO