Data: 04/03/2003 13:52

I comitati del No: "I conti con l'Enel non sono chiusi"

Il coordinamento interviene sull'esito del Consiglio Comunale: "Ancora molti i problemi non risolti legati alle centrali"

Notizia:
Sul consiglio comunale di ieri interviene il Coordinamento cittadino dei Comitati contro il Carbone a Torre Valdaliga Nord. “Con le dichiarazioni rilasciate in parlamento dal suo presidente Gnudi, l’Enel conferma di rinunciare al carbone per Torre Nord e questo, affermano dal Coordinamento, comporta una revisione dei piani aziendali. I conti con l’Enel non sono però chiusi. Innumerevoli sono i problemi ancora non risolti legati alle centrali, tra cui la riduzione dell’inquinamento attraverso un combustibile più pulito e tecnologie più avanzate, la bonifica dall’amianto, lo smantellamento degli elettrodotti inutilizzati, l’interramento delle linee aeree, la ristrutturazione di Fiumaretta, la prevenzione sanitaria e la misurazione dell’inquinamento. E’ necessario istituire una rete di rilevamento permanente sul territorio, proseguono dal coordinamento no coke, per assicurare la protezione della popolazione con misurazioni complete delle ricadute inquinanti, e attuare il decreto ministeriale del 1992 sull’istituzione dell’osservatorio ambientale. In questi anni abbiamo subito anche la riduzione di centinaia di posti di lavoro nel settore energetico eppure, concludono dal Coordinamento l’ente elettrico ha diversificato i campi di attività, senza investire in questo senso però a Civitavecchia”.

 

TORNA ALLA RICERCA ARCHIVIO