Data: 03/03/2003 14:19

Il Pincio "riapre" all'Enel

Ordine del giorno del Sindaco in cui si sostiene l'importanza della presenza della spa e della presentazione immediata di un nuovo progetto per Tvn

Notizia:
Il Pincio riapre all'Enel. Il sindaco Alessio De Sio questa mattina nel consiglio comunale aperto sullo sviluppo della città ha presentato un ordine del giorno in cui si sottolinea "l'importanza della presenza dell'Enel quale fonte di sviluppo occupazionale ed economico da caratterizzarsi attraverso la rapida presentazione di progetti, relativi alla centrale di Tvn, che salvaguardino e migliorino l'ambiente con l'utilizzo di tecnologie in grado di ridurre sensibilmente l'inquinamento rispetto alla situazione attuale e con un piano industriale volto all'incremento dell'occupazione e dell'impiego delle imprese locali". Nel documento il sindaco fa riferimento anche alla necessità di aprire un tavolo di discussione con la nuova proprietà di Torre Sud e poi traccia un percorso di sviluppo che "sia insieme turistico ed industriale, attraverso l'istituzione della Provincia di Civitavecchia". Secondo De Sio la città può crescere nel settore del turismo grazie a Patto territoriale, terme, Marina e Waterfront portuale; sul versante industriale il primo cittadino ha invece ricordato la presenza dell'Enel, l'attività commerciale dello scalo, l'interporto e la nuova zona industriale. Questa mattina sono intervenuti fra gli altri, l'onorevole Tidei, il consigliere regionale del Prc Enrico Luciani ed il rappresentante della Federlazio Stefano Cervini. Il consigliere di Ambiente e Lavoro Vittorio Petrelli ha presentato un suo ordine del giorno in cui si chiede di "convocare subito un tavolo di concertazione territoriale con l'Enel per approfondire le condizioni necessarie alla presentazione di un nuovo progetto che risponda alle esigenze di garanzie ambientali e sanitarie e consenta uno sviluppo armonico e sostenibile del territorio". Nel pomeriggio il dibattito è proseguito tra i banchi semideserti perché, dopo una riunione di maggioranza protrattasi per oltre un’ora, l’opposizione ha abbandonato l’aula. (AGGIORNATO ALLE ORE 19.25)

 

TORNA ALLA RICERCA ARCHIVIO